Messaggio la Romagna non vi dimentica per Bergamo

0

Su Facebook, a sostegno di Bergamo e del popolo bergamasco, il più colpito dal Coronavirus in tutta Italia, la Romagna invia un messaggio di sostegno e di vicinanza in questo momento difficile, condiviso da centinaia di persone sulle proprie bacheche di Facebook. Questi recita: i bergamaschi, come i bresciani, io li chiamo affettuosamente i terroni del nord, per il loro modo ruvido di fare, quel dialetto stretto, quell’accento montanaro e quel “pota” ripetuto ad ogni frase. La gente di Bergamo è così, ha un rapporto viscerale con propria terra, pochi fronzoli, tanto lavoro e mai un lamento. Divisi in valli e montagne, sono diversi da tutti. Il Bergamasco quando esce è un casinaro per natura, se entri in un bar non puoi non notarlo e quando beve non puoi tenergli testa. Questo ve lo dice un romagnolo a cui la nonna a 3 anni bagnava i biscotti nel Sangiovese. Quando diventi amico di un bergamasco, non trovi solo un “socio” per la serata, trovi un fratello per la vita, ed è per questo che non fanno entrare tutti nella loro cerchia di persone amiche. Non ho mai conosciuto gente così, lontani anni luce dallo stereotipo del Milanese sofisticato, i bergamaschi sono un po’ come noi romagnoli, sono naïf, solo molto più concreti e meno “caciaroni”.


Adesso stanno vivendo uno dei momenti più drammatici della loro storia. Quando li senti, però, percepisci quel ruvido orgoglio di chi non si vuol far piegare, di chi nonostante tutto resta e resterà in piedi, con tutta fierezza di cui sono capaci. Immagini come queste mettono i brividi, scuotono dentro e fanno tremare le gambe a tutti ma non a loro. Loro rimangono dritti, chinano il capo dal dolore solo un momento ma non si piegano, non mollano, tengono “botta” forti come le montagne che li circondano.
Nessuno in Italia avrebbe potuto affrontare una situazione come questa con una tale dignità. Tutta l’Italia sta ricevendo un grande esempio dalla vostra compostezza e dal vostro coraggio, fratelli miei. La Romagna non vi dimentica! La Romagna è vicina a voi in questa battaglia. Non siete soli.

Share.

About Author

Maurizio Saladino nasce a Lamezia Terme il 23 ottobre 1990. Dopo aver conseguito una Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione, ottiene un Master di primo livello in Editoria presso l'Università della Calabria. Una Laurea Magistrale in Editoria e Comunicazione presso L'università degli studi di Bergamo ne completano gli studi e la carriera universitaria.

Leave A Reply