Coronavirus economia e finanza mondiale: impatto molto negativo

0

Sono molteplici i settori contagiati dall’epidemia scoppiata in Cina a causa del Coronavirus e che impattano in modo negativo l’economia e la finanza mondiale. La volontà di mantenere in un’area circoscritta il virus e bloccare voli da e verso la Cina, trasporti e spostamenti sta delimitando la forza economica ad una della nazione tra le maggiori produttrici nel mondo. Come riportato dall’Ansa, il virus cinese nato a Wuhan minaccia i mercati e gli accordi commerciali. Gli analisti parlano di conseguenza peggiori rispetto a quelle provocate dall’epidemia di Sars del 2003, specie per l’economia cinese con un -6% di Pil.

Il turismo rappresenta il 10% del Pil italiano, con circa 3 milioni di viaggiatori cinesi ogni anno che rischiano di non potersi spostare per molto tempo a causa del blocchi aerei. Soffrono anche le compagni aeree. Le azioni di Easyjet hanno perso il 4,6%. Male anche Air France e Lufthansa che perdono il 5,2%. La moda ed il lusso valgono il 50% della bilancia commerciale del nostro Paese. I cinesi che arrivano in Italia rappresentano un terzo di questa percentuale con una spesa di 100 miliardi di euro. Gli interscambi tra Italia e Cina hanno un valore complessivo di circa 13 miliardi di esportazione italiana e 30 miliardi di importazioni verso il nostro paese.

Share.

About Author

Maurizio Saladino nasce a Lamezia Terme il 23 ottobre 1990. Dopo aver conseguito una Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione, ottiene un Master di primo livello in Editoria presso l'Università della Calabria. Una Laurea Magistrale in Editoria e Comunicazione presso L'università degli studi di Bergamo ne completano gli studi e la carriera universitaria.

Leave A Reply