Tassa sui rifiuti: in media i prezzi più alti al Sud

0

È il Sud il perno più tassato parlando di smaltimento dei rifiuti. Le regioni quali Calabria, Sicilia, Campania risultato, da una ricerca dell’Osservatorio prezzi e tariffe della onlus Cittadinanzattiva, le più colpite dagli aumenti rispetto all’anno 2018. In particolare, se scendiamo nel profondo della ricerca, ogni famiglia in Campania spende 421 euro, mentre Catania è il capoluogo di provincia più costoso, con 504 euro di spesa annua.

Tasse e spese delle famiglie per i rifiuti: il Trentino la regione meno cara

Se il Sud spicca per le tasse più alte, al contrario è il Nord la zona della penisola italiana dove si spende meno per smaltire i rifiuti. Nel complesso, ecco la classifica stilata su l’Ansa:

Le 10 città più costose per la tassa rifiuti sono nell’ordine Catania (504 euro), Cagliari (490), Trapani (475), Benevento (471), Salerno (467), Napoli (455), Reggio Calabria (443), Siracusa (442), Agrigento (425), Messina (419).
Le 10 città più economiche sono Potenza (121 euro), Udine (167), Belluno (168), Pordenone (181), Vibo Valentia (184), Isernia (185), Bolzano (186), Brescia (191), Verona (193), Trento e Cremona a pari merito (195).
La classifica delle Regioni vede in testa il Trentino Alto Adige (190 euro), seguito da Molise (219), Basilicata (221), Friuli Venezia Giulia (228), Veneto (234), Marche (235), Lombardia (241), Emilia Romagna (274), Valle d’Aosta (275), Piemonte (276), Calabria (296), Umbria (301), Toscana (323), Lazio (325), Abruzzo (326), Liguria (333), Sardegna (345), Puglia (373), Sicilia (394), Campania (421)

Share.

About Author

Maurizio Saladino nasce a Lamezia Terme il 23 ottobre 1990. Dopo aver conseguito una Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione, ottiene un Master di primo livello in Editoria presso l'Università della Calabria. Una Laurea Magistrale in Editoria e Comunicazione presso L'università degli studi di Bergamo ne completano gli studi e la carriera universitaria.

Leave A Reply