Open Arms in mare da 6 giorni, il fondatore dell’ONG: “entreremo in Italia”

0

Ben 121 migranti che si trovano in alto mare sulla Open Arms. Nella giornata del 7 agosto 2019, dopo 6 giorni nel mediterraneo, il comandante dell’ Ong spagnola ha sostenuto che se dovessero esserci dei gravi problemi a bordo sono pronti ad entrare in Italia. Dopo aver chiesto aiuto a Malta ed aver ricevuto una risposta negativa, il comandante della nave è alla ricerca di soluzioni per poter salvare l’equipaggio, anche a costo di forzare il blocco in Italia e raggiungere la costa. Decisa la risposta di Matteo Salvini, il quale, già nei giorni scorsi si è espresso in modo negativo alzando un muro al fondatore della ONG spagnola proactiva Open arms, Oscar Camps.

Al momento la nave si trova tra Malta e le isole italiane di Lampedusa e Linosa, ed ancora una volta, il Ministro dell’Interno Salvini ha ribadito la non collaborazione per lo sbarco dei migranti sostenendo che la nave avrebbe avuto tutto il tempo di raggiungere la Spagna, ovvero la bandiera che si trova sulla nave. A questo proposito, ha proseguito: “evidentemente la vita delle persone a bordo non è la loro vera priorità, ma vogliono a tutti i costi trasferire dei clandestini nel nostro Paese. Si ricordi, la Open arms, che per lei le acque territoriali italiane sono chiuse e siamo pronti a sequestrare la nave.”

Share.

About Author

Classe '89, la mia passione più grande è la lettura. Amo comunicare e scrivere di tutto, dalle ultime notizie alla recensione di un nuovo libro. Laureata in Editoria e Comunicazione presso l'Università degli Studi di Bergamo, lavoro come Web Content dal 2014.

Leave A Reply